MOC

HOME > Eseguire Osteodensitometria MOC-DEXA

Osteodensitometria MOC-DEXA facilmente raggiungibile anche per gli abitanti di Cuneo, Ventimiglia, Bordighera, Sanremo, Arma di Taggia, Imperia e tutti i comuni della zona.

MOC DEXA

moc

La densitometria ossea, meglio nota come MOC (Mineralometria Ossea Computerizzata) è un esame radiologico che permette di valutare la Densità Minerale Ossea (DMO o il più conosciuto BMD dall'inglese Bone Mineral Density) ossia il contenuto di calcio nell'osso, risultando particolarmente utile nella diagnosi e nel monitoraggio dell'osteoporosi.
L'osteoporosi è una malattia sistemica dello scheletro caratterizzata da una ridotta massa ossea e da alterazioni qualitative (relative alla macro e microarchitettura ossea, proprietà materiali) che si accompagnano ad un aumento del rischio di frattura Le forme di osteoporosi si possono distinguere in primitive e secondarie; le primitive sono quelle che compaiono dopo la menopausa (postmenopausale) o comunque con l'avanzare dell'età (senile). Le osteoporosi secondarie sono quelle determinate da un ampio numero di patologie e farmaci a carico del soggetto le quali causano un indebolimento dell'osso.

La densitometria ossea è l'esame radiologico che ci permette di diagnosticare e di tenere sotto controllo la struttura dell'osso. Essendo un esame radiologico, utilizza una piccolissima dose di raggi X per stabilire quanti grammi di calcio ed altri minerali sono presenti nel segmento osseo esaminato. La tecnica di riferimento per la misurazione della massa ossea è la DEXA (Dual Energy X-ray Absorptiometry) la quale permette di misurare vari siti scheletrici (rachide lombare, tratto prossimale del femore, radio distale e infine su tutto lo scheletro
E' così possibile ottenere misure precise sul contenuto minerale delle componenti trabecolare e corticale del tessuto osseo. I risultati vengono espressi come valore assoluto (g/cm2 o g/cm3) e come T-score e Z-score.

Come si esegue un esame densitometrico?

moc monaco

L'esame densitometrico è di semplice e rapida esecuzione, non è in alcun modo doloroso e non richiede preparazione dietetica o farmacologica. L'unica accortezza è quella di rimandare di qualche giorno la DEXA in caso di recente esame scintigrafico o radiologico con mezzo di contrasto. Prima di eseguire l'esame, il paziente dovrà rimuovere dal campo di esame tutti gli oggetti metallici, i quali lasciati in loco falserebbero la stima della BMD. Fatto ciò, il tecnico posizionerà il soggetto nella maniera corretta per eseguire l'esame. Il tempo necessario all'indagine è di circa 10 minuti. La densitometria permette quindi di scoprire se una persona è affetta o meno da osteoporosi e stabilirne il livello di gravità; può inoltre quantificare il rischio futuro di sviluppare tale patologia.

Secondo tutte le linee guida internazionali l'indagine densitometrica è raccomandata a tutte le donne oltre i 65 anni. Per donne di età inferiore o nei maschi l'indagine è raccomandata solo in presenza di fattori di rischio.
Questi possono essere:

  • menopausa precoce (nemo di 45 anni);
  • varie cause di carenza estrogenica (ipogonadismo primario o amenorrea secondaria);
  • in soggetti con anamnesi familiare positiva per frattura de fragilità;
  • fattori costituzionali che predispongono all'osteoporosi (donne in pre e post-menopausa con indice di massa corporea minore di 19Kg/m2, longilinee, sedentarie con massa muscolare ridotta);
  • importanti carenze alimentari;
  • in previsione di prolungati trattamenti corticosteroidei (più di 3 mesi);
  • in caso di malattie che favoriscono una demineralizzazione ossea;
  • precedenti fratture da fragilità;
  • follow up della malattia per documentare eventuali variazioni della massa minerale.

Per avere informazioni sulle disponibilità e i costi delle prestazioni è possibile contattare il 3442581648 (Numero Vodafone Italiano) o usare il form di contatto.